I campioni regionali assoluti 2022

23 Maggio 2022

Nel fine settimana la due giorni di gare di Alessandria ha laureato i campioni regionali assoluti, juniores e promesse di questa stagione. Marco Lingua ancora oltre i 70 metri nel martello.

 
Assegnati nel fine settimana ad Alessandria i titoli individuali regionali assoluti, juniores e promesse. La manifestazione è stata organizzata, egregiamente, dall’Atl. Alessandria a cui va il grazie del Comitato Regionale e della Presidente Clelia Zola in primis per il lavoro fatto per la preparazione e allestimento del campo gara. Un ringraziamento particolare anche all’Assessore allo Sport della Città di Alessandria, Piervittorio Ciccaglioni, presente alla due giorni, sempre molto sensibile, con il suo staff, alle tematiche dell’Atletica Leggera del territorio.   

DONNE. La specialista delle multiple Chiara Sala (Zegna) con 6,10 (+1.4) nel lungo, mette a segno la miglior prestazione tecnica femminile della due giorni di gare. Alle sue spalle Great Nnachi (Battaglio CUS Torino) con 5,75 (+1.6), cui va il titolo juniores, e Sarah Moresco (Atl. Stronese-Nuova Nordaffari) con 5,71 (+1.0). Il titolo promesse del lungo va invece a Beatrice Romagnolli (UGB) con 5,33 (+1.4). Sala si impone poi nettamente sui 100hs, vincendo in 14.70 (-1.8) e lasciandosi alle spalle Beatrice Buzzi (Atl. Asti 2.2.) che, con 16.11 (-1.8) si aggiudica il titolo u23, e Tiziana Traverso (Atl. Alessandria), terza e campionessa juniores, con 16.50 (-3.3).
Primato personale sui 5000 per Sonia Mazzolini (GAV) che, con 16:47.02, seconda miglior prestazione tecnica femminile, a pari punteggio (929) con Ludovica Cavo (Atl. Serravallese) che, sui 400hs, corre in 1:00.58. Sul podio dei 5000 salgono poi Valentina Gemetto (Atl. Saluzzo) con 17:30.66, e Alice Piana (Sport Project VCO), cui va il titolo regionale juniores in 17:55.40. Completano il podio dei 400hs Ludovica Maccioni (Battaglio CUS Torino), campionessa u23, con 1:06.21, e Giorgia Ghibaudo (Atl. Roata Chiusani) con 1:06.71.
Doppietta per l’allieva Clarissa Vianelli (Novatl. Chieri) che, assenti le sue compagne di squadra Agnese Musica e Gaya Bertelli, impegnate con le staffette nazionali giovani all’International Meeting di Castiglione, si prende la scena dello sprint. Suo infatti il titolo regionale sui 100 (12.48 (-2.4) e sui 200 (25.39 (-1.0); da segnalare che sui 100 in batteria aveva corso in 12.39 (-1.8). Sul podio dei 100 anche Rachele Torchio (Battaglio CUS Torino) con 12.54 (-2.4) e Carlotta Cera (Battaglio CUS Torino) che, con 12.64 (-2.4) si aggiudica il titolo regionale u23; quello juniores va invece a Aurora Barbero Vignola (Zegna) con 12.66 (-2.4). Sia Cera che Vignola conquistano poi il titolo regionale delle rispettive categorie anche sui 200 (25.84 (-1.0) Cera e 26.07 (-1.0) Barbero Vignola). Sui 400 metri vittoria per Francesca Bianchi (Atl. Fossano ’75) con 56.28, davanti a Stefania Biscuola (Atl. Arcobaleno Savona), seconda in 57.83. Il titolo regionale juniores va ad Angelica Abrigo (Atl. Alba) con 58.43. Nel mezzofondo veloce doppietta per Michela Arena (Atl. Canavesana) che si aggiudica gli 800 in 2:16.59 e i 1500 in 4:38.15. Il podio degli 800 è completato da Giuditta Mandelli (UGB) con 2:17.40 e Ophelie Tchamgoue Tuwen (Sisport), campionessa regionale juniores, con 2:18.40; il titolo promesse va invece a Giulia Chiara Daverio (GAV), quarta classificata assoluta, con 2:18.94. Sui 1500 invece secondo posto per Alessia Scarafile (Atl. Team Carignano) in 4:39.48 mentre terza, e campionessa regionale juniores, è Anastasia Zucco (Atl. Stronese-Nuova Nordaffari) in 4:40.18; titolo u23 che va invece a Madalina Vasiliu (Runner Team 99) in 5:03.81.

Sui 300 siepi Sara Borello (Atl. Canavesana) si prende il titolo correndo in 10:51.72; alle sue spalle l’allieva Sofia Cafasso (Battaglio CUS Torino), con 11:14.03, e Sara Perotti (Atl. Alessandria) con 12:41.51, campionessa juniores

Nel panorama dei salti, 1,69 per Francesca Maurino (Sisport) nell’alto davanti alla specialista delle multiple Beatrice Carpinello (Battaglio CUS Torino) che sale a 1,66. Nell’asta Ilary Borello (Atl. Canavesana) vince con 2,95, davanti all’allieva Carolina Turati (Safatletica Piemonte), seconda con 2,90, terza Margherita Schera (Battaglio CUS Torino) con 2,70. Nel triplo Giulia Schiavoni (Derthona Atl.) con 11,80 (+2.0) ha la meglio su Elena Comollo (Sisport), seconda con 11.72 (+1.9). Terza e campionessa regionale u23, Romagnolli con 11,45 (+1.4).
Nei lanci Oghomwontiti Omozusi (Sisport) si aggiudica il peso con 11,23 ed è seconda nel disco (ma vince il titolo u23) con 39,75, alle spalle di Anna Bertin (Atl. Pinerolo) che conquista il titolo regionale assoluto con un lancio da 42,17. Ilaria Zanetti (Battaglio CUS Torino) è invece seconda nel peso con 10,73, misura che le vale il titolo regionale juniores, e terza nel disco con 34,51. Bertin fa poi doppietta aggiudicandosi il titolo regionale del giavellotto con 41,89 davanti alle allieve Annalisa Pastore (Atl. Stronese-Nuova Nordaffari), seconda con 39.04, e Vittoria Rapetti (Atl. Alessandria), terza con 38,76. Il titolo u23 va invece a Francesca Paolin (Atl. Castell’Alfero) con 39,96. Nel martello il titolo va a Marta Faillaci (Battaglio CUS Torino) con 43,08. Sui 10.000 metri di marcia successo per la campionessa europea SF45 Rosetta La Delfa (UGB) che chiude in 50:01.09 davanti a Vittoria Bollano (Atl. Alba), campionessa u23 con 53:30.63, e a Silvia Boidi (Atl. Alessandria), campionessa juniores con 57:41.38.
UOMINI. Marco Lingua (ASD Marco Lingua 4ever) ancora sopra i 70 metri; il chivassese mette a segno nel primo lancio della sua serie 70,89 che non migliora però il suo primato stagionale di 75,56 ottenuto lo scorso 9 aprile a Boissano. Il suo risultato è naturalmente la miglior prestazione tecnica maschile della due giorni di gare. Sul podio del martello sale anche Alessandro Pezzolla (Atl. Vercelli 78), campione juniores con 45,83, e Giovanni Alfonsi (Safatletica Piemonte) con 35,15.
Buona prova sui 1500 per Luciano Spettoli (Atl. Alessandria) che chiude in 3:49.51, migliorando il suo primato personale di oltre due secondi (aveva 3:52.10). Completano il podio Enrico Martino Oddone (Atl. Giò 22 Rivera) con 3:53.14, e Marco Giudici (Sport Project VCO) con 3:54.19, mentre il titolo juniores va a Vincenzo Matarazzo (Atl. Roata Chiusani) con 4:00.60. Spettoli fa poi doppietta, aggiudicandosi anche i 5000 in 14:42.28; secondo classificato ancora Oddone con 14:43.60, terzo Mamadou Yally (Atl. Alessandria) con 14:56.30, con Vittorio Patrucco (Junioratletica) che si aggiudica il titolo juniores in 16:42.27.
Sugli 800 sfiora nuovamente il minimo per i Mondiali U20 Gabriele Angiono (Battaglio CUS Torino) che corre in 1:50.53 contro il crono di 1:50.00 richiesto; il torinese quest’anno ha già corso in 1:50.47. Alle sue spalle Enrico Parigi (CUS Palermo) con 1:51.68 ed Edoardo Siliquini (Battaglio CUS Torino) con 1:52.25. Terzo nella classifica regionale, e campione u23, è Nicolò Daniele (Atl. Canavesana) con 1:52.29.

Ottima prova sui 3000 siepi per Umberto Contran (Bugella Sport) che vince in 9:10.66, riavvicinandosi ai tempi corsi nel 2018; a Davide Rapallo (Battaglio CUS Torino), il titolo juniores in 10:04.13.

Sui 400hs ben si comporta Stefano Carena (Safatletica Piemonte), correndo in 52.83, davanti ad Allassane Diallo (Atl. Roata Chiusani) con 53.08, e Francesco Moreno Ibidi (Safatletica Piemonte), campione juniores, con 54.82.
Nello sprint doppietta per Mattia Jason Ndongala (Sisport) che si aggiudica i 100 in 10.91 (-2.5), dopo aver corso la batteria in 10.85 (-1.0) e i 200 in 22.02 (-1.7). Completano il podio dei 100 Dejan Travar (Zegna) con 11.12 (-2.5) e De Gregorio Andreis (Sisport) con 11.25 (-2.5) mentre il titolo regionale u23 va a Tommaso Pibiri (Battaglio CUS Torino) con 11.46 (-2.7). Sul podio dei 200 salgono invece Vincenzo Martinelli (Sisport) con 22.43 (-1.8) e Francesco Viotti (Safatletica Piemonte) con 22.59 (-1.7) con Daniele Mucchi (Sisport) a conquistare il quarto posto e il titolo u23 in 22.60 (-1.7). Sui 400 metri, alle spalle del piemontese dell’Atl. Riccardi Milano Stefano Grendene, che vince in 48.76, il titolo regionale va a Lorenzo Mellano (Atl. Fossano ’75); seguono Diallo con 49.72 e Matteo Fragola (Team Atl. Mercurio Novara) con 50.40, mentre il titolo promesse va a Luca Bottega Piacenza (Safatletica Piemonte) con 51.42.
Sui 110hs Andy Gatto (Atl. Roata Chiusani) vince in 15.02 (-3.0) davanti ad Alessandro Sion (Unicusano Livorno), secondo in 15.30; terzo, e secondo nella classifica regionale, Raffaele Leone (Atl. Canavesana) con 15.51 (-3.0), con Luca Marc (Atl. Vercelli 78) campione regionale juniores in 19.50 (-3.3). Nel salto in alto unico atleta sopra i 2 metri Alessandro Graziano (Atl. Castell’Alfero) che si attesta su quota 2,02; alle sue spalle, a parimisura, Stefano Pasino (Derthona Atletica) e Alessandro Massa (Atl. Roata Chiusani) con 1,94; Massa si laurea campione regionale u23 mentre il titolo juniores va a Giovanni Longo (Atl. Asti 2.2) con 1,91. Nel lungo vittoria per Davide Favro (Atl. Canavesana) che ottiene un ventoso 7,03 (+3.2); alle sue spalle Dejan Travar, cui va il titolo juniores, con 6,98 (+2.0), seguito da Matteo Bruognolo (Battaglio CUS Torino) con 6,96 (+0.7). Nel triplo Alessandro Sacchi (Derthona Atl.), con 13,96, ha la meglio su Edoardo La Hara (Safatletica Piemonte) con 12,63, campione regionale u23, terzo Alessandro Quazza (Bugella Sport) con 12,17. Nel peso successo di Vincenzo D’Agostino (Avis Barletta) con 15,64 mentre il titolo regionale va a Matteo Pautasso (Battaglio CUS Torino) con 13,95 davanti a Jamine Egharevba (Safatletica Piemonte) che, con 13,19, conquista il titolo juniores. Pautasso fa poi doppietta conquistando anche il titolo del disco con 39,72 (gara vinta dal valdostano Alessandro Casadei con 41,47); secondo nella classifica piemontese Emanuele Francesco Bellanova (Atl. Vercelli 78), campione regionale juniores con 35,16. Nel giavellotto vittoria e titolo regionale per Luca Scaparone (Atl. Fossano ’75) con 59,50 davanti ad Alberto Nardi (Atl. Canavesana) con 55,38, terzo Gregorio Benedet (Bugella Sport) con 44,70; il titolo u23 va a Matteo Caporale (Battaglio CUS Torino) con 44,05, quello juniores a Edoardo Manfredi (Atl. Fossano ’75) con 36,60. Sui 10000 metri di marcia Daniele Viglione (Atl. Alba) chiude in 49:16.20 davanti a Matteo Mandarino (Sisport), campione juniores, con 54:53.24.

File allegati:
- RISULTATI


Ad effettuare le premiazioni nei due giorni di gare anche l'Assessore allo Sport del Comune di Alessandria, Piervittorio Ciccaglioni (foto Bizioli-GAV)


Condividi con
Seguici su: