Raduno tecnico 3 settembre 2022

07 Settembre 2022

-

 

 

 

In data 3 settembre 2022 si è svolto ad Imperia un raduno tecnico riservato alla categoria cadetti/e, in vista dei prossimi Campionati Italiani su pista di categoria che si svolgeranno a Caorle (VE) nel prossimo mese di ottobre. L’ iniziativa voluta dalla Commissione Tecnica Regionale ha visto la partecipazione tra atleti convocati e tecnici personali di circa 80 persone, con una seduta mattutina ed una pomeridiana.

 

 

Settore Velocità/ostacoli.

 

Tecnici di riferimento Fabrizio Massi e Roberto Riccardi

 

Mattino: Valutazione   di     massima    del   livello   coordinativo,   della mobilità  e delle abilità tecniche di base dei partecipanti attraverso esercitazioni di stretching statico e dinamico e delle classiche esercitazioni di andature. Didattica partenza: a due appoggi, a tre appoggi,blocchi con solo fermapiedi posteriore,  blocchi completa.

Pomeriggio: Tecnica corsa lanciata mediante allunghi in progressione e variazioni di velocità (in e out).

Test: salto in lungo da fermo

 

Per quanto concerne il settore ostacoli si è proceduto all’analisi e valutazione dei partecipanti attraverso esercitazioni con e senza ostacoli. Al mattino si è svolta una sessione tecnico/analitica di base del passaggio dell’ostacolo. Nel pomeriggio variazioni ritmiche nella corsa fra gli ostacoli (5 ostacoli a distanza progressiva tra le prove – partendo da 9,14 m+2+4+6+8 piedi – 1x300 con attacco primo hs 300).

 

Settore lanci.

 

Tecnici di riferimento Francesco Caciuttolo, Mattia Superina e Giordano Musso.

 

Nell’ allenamento mattutino, sono stati presentati i concetti base del riscaldamento ed esercitazioni tecniche generali e specifiche con lo scopo di correggere o dare nuovi imputsui fondamentali biomeccanici dei lanci. Sono state proposte, inoltre, esercitazioni in pedana con intensità medio-alta con l'obiettivo di trovare la corretta ritmica garaanche con lanci non completi al fine di stabilizzare i corretti

movimenti base del lancio. 

 

L'allenamento pomeridiano è stato indirizzato allo stimolo di capacità coordinative tramite l'uso di andature e ostacolied ha riguardato l'insegnamento, la correzione e la valutazione di esercizi di forza esplosiva quali policoncorrenza e balzi.

 

Settore mezzofondo.

Tecnico di riferimento Riccardo Franceschini.

Nella sessione mattutina sono stati trattati gli aspetti biomeccanici della corsa evidenziando la sostanziale differenza tra la corsa di un velocista e quella di un mezzofondista e la parte che le accomuna,ponendo l’attenzione sui principali gruppi muscolari impiegati nel passo di corsa partendo dal segmento piede con particolare attenzione sull’importanza della modulazione delle varie esercitazioni proposte. E’ stata posta particolare attenzione sulle esercitazioni in frequenza ed in ampiezza per lo sviluppo della velocità di base. Nella sessione pomeridiana è stato proposto un lavoro a scalare (1000/600/500) cercando di correre la secondaparte delle distanze con un impegno maggiore.

 

 

Settore marcia.

Tecnico di riferimento Emidio Orfanelli.

Nella seduta del mattino, dopo una prima fase di riscaldamento ed una fase dedicata allo stretching dinamico, sono state proposte delle esercitazioni tecniche che hanno interessato gli arti inferiori,la fascia cingolo-pelvica e gli arti superiori, al fine di ottimizzare al meglio il gesto tecnico che contraddistingue la marcia atletica. Le esercitazioni sono state proposte al fine di correggere quelli che sono i principali errori di chi affronta questa disciplina. Sono state proposte, inoltre, delle esercitazioni tecniche sia in ampiezza che in frequenza al fine di ottimizzare un giusto passo di marcianel rispetto del regolamento tecnico (reg. 54 RTI).

Nel seduta pomeridiana sono state effettuate delle esercitazioni su distanze brevi ponendo particolare attenzione su quelle che sono le tre fasi del passo di marcia (attacco, rullata e spinta conparticolare riguardo a quest’ultima).

Salti in estensione ed in elevazione

Tecnici di riferimento Eugenio Paolino, Carolina Leporati, Alessandro Basso e Mario Botto.

Vista la giovanissima età dei partecipanti la prima parte della sessione mattutina è stata dedicata prevalentemente alla spiegazione e svolgimento di andature propedeutiche al miglioramento dell’aspetto coordinativo del saltatore. Gli atleti hanno svolto molti esercizi statici e dinamici che hanno lo scopo di far percepire “l’uso” del corpo nello spazio e affinare la capacità di coordinare nel movimento la parte inferiore e superiore del corpo; capacità fondamentale nel saltatore.

Successivamente sono state svolte andature più “specifiche”, tipiche dei salti in estensione ed elevazione, volte alla percezione della dinamica della rincorsa e dello stacco.

La sessione pomeridiana di allenamento si è svolta pressoché in pedana, i ragazzi, ciascuno nella specialità più affine, si sono esercitati con l’esecuzione di salti “completi”, cercando di mettere in pratica nel gesto tipico quanto appreso durante le fasi precedenti dell’allenamento. Per quanto riguarda l’asta sono stati analizzati i punti deboli delle atlete convocate per un successivo passaggio all’asta flessa ed è stata posta particolare attenzione sulla parte acrobatica .

 

 



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate